© 2019 designed by Rotondo

Il metodo

Kristin Linklater ha rivoluzionato, negli ultimi quarant'anni, l'arte e la tecnica vocale nel teatro. Il Metodo da lei sviluppato parte dal presupposto che ognuno possiede una voce in grado di esprimere l'infinita varietà di emozioni, complessità di stati d'animo e sfumature di pensiero di cui fa esperienza. Questa è la nostra voce naturale, la voce che è in noi "per nascita". 

ESERCIZI

La voce dell'attore può essere il più forte elemento attraverso cui la luce di un evento catartico illumini i luoghi oscuri, le storie nascoste o le emozioni represse del pubblico. Per ottenere questa efficacia la voce dell'attore dev'essere radicata in quei tratti neuro-fisiologici del corpo allenati a ricevere e trasmettere impulsi emotivi, immaginazione, psiche e intelletto. In questo modo il corpo vede, ascolta, sente e parla.

Il Metodo propone una dettagliata serie di esercizi che combinano immagini, immaginazione e informazioni tecniche. Chi vorrà apprenderli arriverà a una comprensione della psico-fisiologia della sua voce che darà luogo a un fondamentale ricondizionamento delle sue abituali modalità comunicative.

 

Gli esercizi si articolano in una struttura dettagliata e accuratamente progettata, che si sviluppa nei seguenti passaggi:

Il corpo:

la spina dorsale, il supporto al respiro naturale.

 

Il respiro:

liberare il respiro,il ritmo della respirazione involontaria.

 

Il tocco del suono:

le vibrazioni iniziali.

 

Espansione delle vibrazioni, liberando il corpo dalle tensioni.

 

Il canale:

mandibola, lingua, palato molle.

La scala dei risuonatori :

petto, bocca, denti.

 

Capacita respiratoria:

diaframma, intercostali, pavimento pelvico.

 

La scala dei risuonatori :

seni paranasali, naso e cranio.

 

Estensione:

tre o quattro ottave di note parlate.

 

Articolazione:

gli articolatori modellano la voce in parola.

  • White Facebook Icon
  • White Twitter Icon