Descrizione Corsi

Il Corso introduttivo
Il Metodo Linklater consiste di una serie di esercizi strutturati in progressione. Il loro obiettivo è quello di sciogliere quelle tensioni che inibiscono la voce e di tonificare immaginazione, intelletto e corpo al fine di rendere la persona disponibile alla piena espressione di pensieri ed emozioni. E’ un’architettura funzionale ed organica che parte dal rilassamento per raggiungere la potenza della capacità respiratoria e la complessità dell’espressione vocale, estensione e articolazione. Il corso introduttivo dunque presenta questa progressione di esercizi ai partecipanti affinché li possano praticare per approfondire la consapevolezza delle tensioni inibitorie e liberare la voce. Si parte dalla consapevolezza fisica, la struttura portante del corpo (lo scheletro) e la muscolatura propriocettiva per sintonizzarsi poi con il ritmo naturale della respirazione involontaria. Fin da questa prima esplorazione ci si allena a parlare al corpo per immagini, a rendere attiva la produzione di stimoli immaginativi o sensoriali e osservare come risponde il corpo. In questo modo si procede per esplorare la voce: le prime vibrazioni, la diffusione delle vibrazioni nel corpo, la rimozione di tensioni che ostacolano o distorcono la comunicazione, l’individuzione dei risuonatori. Il principio sempre presente in tutto il lavoro è quello di rendere l’organismo in grado di riattivare le sue innate capacità di rispondere agli stimoli e di comunicare per esprimere bisogni e pensieri. A tal fine il lavoro, a partire da osservazioni e conoscenze scientifiche, è sempre soprattutto rivolto alla dinamica comunicativa come desiderio ed espressione di un impulso. In questo senso è centrale l’idea del respiro come sospiro di sollievo: non un meccanico far entrare e uscire l’aria dal corpo ma un’organico lasciar rispondere l’apparato respiratorio all’espressione di un contenuto emotivo (in questo caso, il sollievo).

Il Corso Avanzato
In questo corso si ripercorre, andando più in profondità, la stessa serie di esercizi. Il corso è dunque rivolto a coloro che hanno conosciuto la progressione degli esercizi e sono pronti ad approfondirne l’esperienza osservando ulteriori dettagli indirizzando l’esplorazione a fini più specifici e individuali.

Sound and Movement
È un percorso (anche questo strutturato secondo una precisa progressione) di esplorazione dell’atto comunicativo e di embodiment del testo. E’ stato creato da Kristin Linklater per aiutare gli attori a fare proprio un linguaggio come quello shakesperiano, distante da quello contemporaneo per vivacità di immagini, colori e carnalità. Negli anni, tuttavia, il percorso si è sviluppato per favorire l’attore a integrare l’intelligenza celebrale con quella fisica e sensoriale nei confronti di qualunque tipo di testo. L’atto comunicativo è qui sempre colto nella dinamica di ricevere e dare, accogliere e rispondere: ricevere l’altro attore nel dialogo, ricevere le parole del testo nel monologo o soliloquio. Ricevere l’energia dall’altro per rinnovarla e rispondere. L’esplorazione, sempre corporea e in movimento, va dal respiro al suono alla differenziazione dei suoni alle componenti del linguaggio fino all’incontro con le parole, una volta resi corpo e respiro – insomma, la persona - tanto sensibili da cogliere le più sottili sfumature di peso, colore ed energia delle espressioni verbali.

Testo
Respiro, voce, parola… testo. A un certo punto si tratta di lasciare che la libertà nel respiro e nella voce si metta al servizio del testo, per farlo vivere, fresco e reale, presente, toccante. Ogni attore deve affrontare la sfida di portare le parole - questi “scarabocchi neri su carta bianca”, in vita. In un seminario di “testo” le esperienze sono rivolte a rendere vivo il testo dall’atto della memorizzazione (fisica, corporea, sensoriale) a quello della performance, che risulterà, grazie a una rosa di vari esercizi, sostenuta da un “vissuto” attinto dagli strati più profondi – e a volte inconsci – della persona.

River stories
La quinta tappa del lavoro è ancor più specificamente rivolta alla creazione del “vissuto” che deve sostenere la performance di qualunque testo. In questo seminario ci si dedica dunque all’esplorazione del personaggio e alla creazione di una sua biografia. Alla base di questa esplorazione/creazione è l’immagine del proprio essere come un fiume che scorre, dal passato al presente, e da cui vengono a galla, di volta in volta, episodi (visivi, tattili, uditivi o narrativi). Questo seminario propone dei brevi viaggi, in precisa progressione, lungo il fiume della propria vita per sensibilizzare gli strumenti necessari a immaginare/percepire la storia del personaggio che si interpreta.

Warm up
Gli esercizi della progressione producono risultati con la pratica. Gli incontri di “warm up”, condotti da un Insegnante Autorizzato, permettono a chi conosce gli esercizi, avendo frequentato almeno un intero corso introduttivo, di ripercorrere la progressione in un periodo di tempo concentrato.